Le norme in tema di previdenza e pensioni emanate negli ultimi anni non hanno modificato nella sostanza la riforma Fornero, in vigore dal 2012, ma hanno introdotto forme di flessibilità per l’accesso alla pensione, senza aggiungere ulteriori penalizzazioni o riduzioni dell’assegno pensionistico. Con la Manovra finanziaria del 2020 la pensione Quota 100 resta invariata fino al 31/12/2021. Vengono inoltre prorogate fino al 31/12/2020 sia l’Opzione Donna, che consente di andare in pensione anticipata alle lavoratrici dipendenti che compiono 58 anni entro il 31 dicembre 2019, avendo alla stessa data anche 35 anni di contributi, sia l’APE sociale, l’anticipo pensionistico che permette di ritirarsi dal lavoro con 30 o 36 anni di contributi a determinate categorie di lavoratori (personale in particolari condizioni di disagio o addetto a mansioni gravose e usuranti). Per il 2021 si prevede una corposa riforma generale del sistema pensionistico, da definire al tavolo con le parti sociali.

pdf Guida pensioni 2019 Gilda (394 KB)