“L’emergenza Coronavirus non cancella le festività pasquali ed è dunque illegittimo che i dirigenti scolastici convochino in quei giorni riunioni degli organi collegiali e che si prosegua con l’attività di didattica online”. La denuncia arriva dalla Gilda degli Insegnanti in base a numerose segnalazioni da parte di docenti in tutta Italia. “Esistono regole precise che devono essere rispettate: da una parte il calendario scolastico, che stabilisce l’inizio, la fine e le interruzioni delle lezioni per le festività e che viene approvato dalle Regioni; dall’altra parte, il piano delle attività che fissa gli impegni previsti durante l’anno scolastico nelle singole scuole e che viene adottato dal collegio dei docenti. Si tratta di norme che non si possono calpestare invocando l’urgenza di recuperare ore di lezione. La pausa pasquale non costituisce una perdita di tempo, ma rappresenta un momento di riposo necessario a studenti, famiglie e docenti. Rivolgiamo, quindi, un appello al rispetto delle regole e al buon senso”.

Roma, 7 aprile 2020

Ufficio stampa Gilda Insegnanti

Comunicato stampa