Questa mattina presso il Ministero dell´Istruzione si è tenuto un incontro per discutere alcune questioni relative alla circolare sulle assunzioni a tempo determinato di imminente emanazione. Riportiamo di seguito una sintesi di quanto è emerso nel corso della riunione. Completamento orario È stato stabilito che il completamento deve essere attribuito anche frazionando la cattedra o il posto intero in tutti gli ordini di scuola. Analogamente è stato convenuto che lo stesso principio si applichi al personale ATA. Quanto alla gestione amministrativa del rapporto di lavoro, a differenza che in passato, gli interessati stipuleranno un unico contratto, comprensivo dello spezzone di titolarità e di quello di completamento, con il dirigente dell´istituzione scolastica con il maggior numero di ore. Sarà cura dello stesso dirigente disporre l´acquisizione al Sidi della posizione del docente interessato. Supplenze brevi È stato chiarito che, in caso di assenza fino a 10 giorni dei docenti nella scuola dell´infanzia e primaria le istituzioni scolastiche devono procedere celermente all´individuazione del supplente. Le Organizzazioni sindacali hanno evidenziato il problema della distribuzione degli alunni un po´ per parte, in caso dell´assenza del docente della classe che causa problemi per la sicurezza e compromettono l´efficacia del processo didattico apprenditivo, affinché l´Amministrazione intervenga sui dirigenti scolastici per trovare altre soluzioni. Le Messe a disposizione (Mad) È stato inoltre ravvisata la necessità di regolare le operazioni di assunzione dei supplenti tramite Mad attualmente, infatti la gestione della situazione è affidata alla mera discrezionalità dei dirigenti scolastici. L´Amministrazione quindi si è impegnata a dare indicazione ai presidi affinché dispongano la compilazione e la pubblicazione di apposite graduatorie, in caso di esaurimento delle graduatorie di istituto. Il Ministero, inoltre, ha evidenziato la necessità di applicare le sanzioni previste dal regolamento per chi rinuncia o abbandona la supplenza. Per quanto riguarda il numero delle province a cui presentare la Mad o la data di scadenza delle domande stesse, non è stato posto alcun limite. Accantonamento nei licei musicali e coreutici È stato inoltre pattuito che il diritto all´accantonamento debba applicarsi anche ai docenti neo immessi in ruolo in altra classe di concorso. Diplomati magistrali Al tavolo ministeriale è stata posta anche la questione dei diplomati magistrali sub iudice, i quali andranno incontro a sicura soccombenza, stante il consolidato orientamento della magistratura. Questi soggetti, che andranno incontro alla risoluzione del contratto di lavoro, per effetto dell´avveramento della clausola risolutiva espressa apposta al loro contratto individuale di lavoro, avranno titolo a rimanere nelle graduatorie di istituto, in via transitoria, in prima fascia e, all´esito della sentenza di merito in seconda fascia nella medesima provincia. In ogni caso l´Amministrazione sta valutando ulteriori soluzioni per quanto riguarda la possibilità di consentire l´inclusione in seconda fascia in provincia diversa, sulle quali si è riservata una decisione. Sostegno Al margine della riunione si è discusso sulla possibilità di attribuire una priorità sull´assunzione dei docenti che hanno superato l´esame di accesso ai TFA che sono già in corso. Non di meno l´Amministrazione ha ritenuto impraticabile, in via interpretativa l´introduzione di questa priorità, perché necessiterebbe di un intervento legislativo ad hoc.